Viaggiare con bambini

Viaggiare con bambini …

Si può viaggiare con i bambini? Ecco un’altra domanda frequente quando si affronta un Viaggio in Marocco.

Non di rado accade che i genitori che scelgono il Marocco quale meta del loro viaggio, nutrano qualche dubbio sulla fattibilità del viaggio con bimbi piccoli.

La prima risposta che diamo è di mettere da parte ogni preoccupazione e di iniziare a sognare quella che sarà una splendida scoperta, anche e soprattutto per i bambini.

Il primo fattore a favore di questa scelta, è la breve durata del volo, non più di 3 ore che si possono gestire tranquillamente con un pisolino in volo, oppure con qualche gioco; altro fattore pro, il fuso orario, soltanto un’ora di differenza tra il Marocco e l’Italia e questo consente senza dubbio una totale assenza di ripercussioni sulle abitudini giornaliere di ciascuno.

Questi gli aspetti pratici; parliamo invece di ciò che può essere “attrattivo” per i più piccoli: per i maschietti, senza dubbio, il fatto di viaggiare su grandi jeep che attraversano le piste fuoristrada, la passione per i motori si rivela fin da subito :-) E ancora, il contatto quotidiano con la natura; i bambini, costretti di norma in ambiti cittadini, scoprono che il nostro pianeta offre tante meraviglie: dai colori accesi della natura alla magnificenza della “opere” naturali, montagne millenarie, cascate, vallate spettacolari e naturalmente il deserto che affascina grandi e piccini, senza dimenticare la costa marittima dove è possibile praticare diversi sport acquatici. La possibilità di stare a contatto con gli animali, i dromedari in testa che, sopra i 7 anni, potranno essere “cavalcati” in autonomia dai piccoli, diversamente potranno farlo accompagnati da un genitore. Gli asini, presenti in numero considerevole, le caprette e le pecore, intere greggi composte da animali adulti e dai loro cuccioli.

E non finisce qui: l’ospitalità della popolazione marocchina che ha particolare attenzione per i bambini, ne incontrerete moltissimi lungo il vostro cammino e tanti ne conoscerete nel deserto, bimbi che vivono secondo le tradizioni nomadi, accampati nelle tende delle loro famiglie, bimbi a cui poter donare un bon-bon, un giocattolo, qualcosa che regali loro un sorriso. Famiglie come voi con cui sorseggiare per qualche minuto una tazza di te alla menta, ben caldo (potrete bere senza alcun pericolo) e con cui “dialogare” con gli sguardi, l’unico modo per capirsi.

Non mancano poi le “attrazioni organizzate”, quindi parchi giochi che si possono trovare a Marrakech e a Rabat. Ma una su tutte probabilmente merita l’attenzione, ovvero le “Terres d’Amanar”, un parco naturale a circa 30 km da Marrakech, nella catena dell’Alto Atlante, posto a 1200 mt.; qui è possibile effettuare dei semplici trekking, adatti anche ai più piccoli oppure arrampicarsi sugli alberi con le funi o attraversare un punto tibetano!!!

Vi abbiamo convinti? Allora pronti a partire! Viaggi in Marocco è a disposizione per offrire tutte le informazioni aggiuntive che riterrai utili. Ti aspettiamo

Categories: Lo sai che ...