Lella e Jan in viaggio in Marocco

Viaggio in Marocco di Lella e Jan, Agosto 2013

Lella e Jan sono una coppia trentenne che vive a Roma, Lella “romana de Roma”, Jan venezuelano. Hanno viaggiato con noi nell’Agosto del 2013, 8 giorni / 7 notti, da Marrakech al deserto di Merzouga … qui di seguito il loro racconto.

(Lella) Volevamo fare una vacanza diversa, esotica, ma niente mare, tutti ci parlavano del Marocco, così abbiamo approfittato – in senso buono :-) – di Antonella, che ci ha aiutati ad organizzare quella meravigliosa vacanza.

A fine febbraio avevamo già dato l’ok, acquistato i biglietti aerei e non ci restava che aspettare i lunghi mesi che ancora ci separavano dalla partenza, che finalmente è arrivata!

Siamo partiti all’alba da Roma, qualche peripezia con le carte di imbarco e poi finalmente in volo; siamo arrivati al mattino presto di una giornata assolatissima e l’impatto è stato immediatamente positivo: abbiamo raggiunto il nostro bellissimo Riad a due minuti da piazza Jemaa el Fna e subito abbiamo iniziato la visita della città: la piazza, il Palazzo Bahia, le tombe saadiane, la Koutubia … poi arriva la stanchezza e torniamo al Riad per un lungo e rilassante massaggio. Domani si parte per il tour!

Finalmente ci raggiunge anche Mustapha, che ha terminato con un altro gruppo, ed ora accompagna noi. Partiamo in direzione del Dades ed attraversiamo paesaggi spettacolari: le montagne dell’Atlas, un fuori-pista per raggiungere la Kasbah Telouet, gli Studi Cinematografici di Ouarzazate e la bellissima vallata del Dades. Pranziamo con dell’ottimo cibo (brochettes di pollo e manzo, patate fritte, insalata marocchina …) e nel tardo pomeriggio arriviamo in un meraviglioso hotel; non eravamo mai stati in un posto così bello!

Ripartiamo in direzione del Deserto a Merzouga, ma prima ci fermiamo sulla cima delle Gole del Dades e poi le Gole del Todra: l’acqua è fresca, ci vuole proprio con questo caldo e pranziamo nel canyon. Ancora qualche ora e siamo nel a Merzouga. Siamo senza parole, quanta magnificenza.

Con i dromedari entriamo in un accampamento da 1000 e una notte; al campo ci attendono con una tazza di te alla menta e dei gustosissimi biscotti alle mandorle. Ci sdraiamo sui tappeti e aspettiamo che faccia buio, le tipiche lampade marocchine accese tutto intorno, lo spettacolo del tramonto lo abbiamo atteso tra le dune … I cuochi stanno preparando la cena e di li a poco ci raduniamo tutti intorno al tavolo. Siamo in pochi nell’accampamento, non arriviamo a 10, ma dopo cena iniziano a suonare i tamburi ed è subito festa.

La notte è stata un po’ difficile, il vento caldo ha spirato senza sosta … ma quella esperienza non la dimenticheremo più, davvero bella!!! E si torna al villaggio dove la piscina del Riad ci aspetta, proprio fronte dune ed affrontiamo meglio il caldo sahariano.

Siamo al quinto giorno di viaggio, cominciamo il tragitto di ritorno, e lo facciamo attraverso la valle del Draa … quante kasbah, quanto verde. Trascorriamo la notte a Ouarzazate, Jan ha la febbre, ha esagerato con il cibo :-) … Al Riad gli preparano una tisana miracolosa e l’indomani mattina è nuovamente in forma!

Si torna a Marrakech, ma l’ultima giornata di viaggio la passiamo a Essaouira: è vero, avevamo detto niente mare, ma in effetti è stata una giornata di visita, non di nuotate … del resto sarebbe stato impossibile, il vento oceanico era freddo, ci siamo coperti con gli asciugamani da bagno :-) Essaouria è davvero meravigliosa.

Il nostro viaggio è terminato: ancora qualche acquisto (ne abbiamo fatti un’infinità), è ora di tornare a Roma alle nostre attività. Un pezzo di cuore rimane qui.

Che dire: siamo stati benissimo, grazie a Mustapha che ha scelto per noi hotel stupendi, che ha guidato egregiamente, soprattutto nelle curve tortuose, che ci ha assistiti in ogni necessità e grazie ad Antonella per tutta la sua assistenza. La loro professionalità è incredibile, vi suggerisco di contrattare con loro un viaggio personalizzato, il miglior modo per conoscere il Marocco.

Qualche foto del nostro viaggio … :-)

Lella e Jan